Category Archives: ISTANTANEE di Samuele Rossi

Raccogliere i frammenti sparsi di un mondo ipertrofico, liquido, senza categorie, come è quello del cinema contemporaneo, fermare, anche se solo per un attimo, il naufragio che ci accompagna, tentare insomma un’istantanea in movimento, e afferrare, se possibile, qualcosa in più su questa straordinaria metafora che è il cinema, e quindi forse chissà anche sulla vita. E farlo standoci nel mezzo, in bilico sul filo sottile di una vita che cerca storie e prova a raccontarle, alla ricerca di definizioni perdute e connessioni interrotte in grado di tracciare l’immagine, se pur fragile, di un disegno unitario, e forse la forma autentica di un sentimento. Perchè in definitiva “cos’è una vita, e quindi anche il mondo, se non vengono raccontati?”

Scrivere: la scomparsa della Poetica

 Così, in assenza della Poetica, o di una poetica, le nostre sceneggiature sembrano affondare nelle secche di un’impossibile comprensione del gesto narrativo, e mi invitano, per non dimenticarlo mai, a riflettere su quanto sia importante a volte ripartire da zero, … Continue reading

Posted in ISTANTANEE di Samuele Rossi | Tagged , , , , , , , | Commenti disabilitati su Scrivere: la scomparsa della Poetica

Cinema, furiosamente Cinema

Accade quindi che un film diventa un mondo aperto alla conquista di altri cuori, di altri corpi pronti a risuonare di elettricità sconosciute, di energie irrisolte, delle mistiche polveri dell’esistenza, di oscure discese fin dentro i cupi fiumi dell’esistenza o … Continue reading

Posted in ISTANTANEE di Samuele Rossi | Tagged , , , , , , , , , , , | Commenti disabilitati su Cinema, furiosamente Cinema

Patiboli, anteprime, balli e vertigini.

Avere l’anteprima del proprio film per un regista è una sorta di momento catartico, potenzialmente capace di rivelarti il senso della vita o di certificare il crollo di tutte le illusioni; è come cercare di tirare fuori dal cilindro un … Continue reading

Posted in ISTANTANEE di Samuele Rossi | Commenti disabilitati su Patiboli, anteprime, balli e vertigini.

Cinema in trincea

E’ una fase strana quella della chiusura di un film. Alcuni la definirebbero delirio, altri ebbrezza. Io non so dire. E’ un po’ entrambe le cose credo. Forse assomiglia ad un giro di giostra, solitamente affogato in piccole e cupe … Continue reading

Posted in ISTANTANEE di Samuele Rossi | Tagged , , | Commenti disabilitati su Cinema in trincea

Cinema e vita. Vasi Comunicanti o Dorian Gray?

Poi però succede che ad un certo punto l’opera si stacca da terra, fa un passo indietro verso il mondo e lontano da te, in qualsiasi modo essa sia e a qualsiasi finale sia approdata, e decide di andarsene, di … Continue reading

Posted in ISTANTANEE di Samuele Rossi | Tagged , , , , , | Commenti disabilitati su Cinema e vita. Vasi Comunicanti o Dorian Gray?

Zattere: un modo di camminare nel mondo

Perchè di mestiere faccio il regista, mestiere meraviglioso e bastardo che frammenta l’espressione artistica, per natura individuale, in una logica collettiva che ne amplifica le possibilità e il valore, ma ne frustra le intenzioni. Ma di vocazione però cerco storie, … Continue reading

Posted in ISTANTANEE di Samuele Rossi | Tagged , , , , , | Commenti disabilitati su Zattere: un modo di camminare nel mondo